Le principali attività realizzate dall’organizzazione sono categorizzate in supporto alle famiglie e supporto alla scienza come descritto sotto.

Attività di supporto morale e sociale ai pazienti ed ai parenti sia in fase di diagnosi che nel periodo di cura di qualsiasi stato patologico; per descrivere lo svolgimento di queste attività si può pensare ad esempio al supporto delle cure igieniche elementari, come lavare e cambiare i bambini, pettinare, dare conforto e speranza alle mamme in apprensione, alimentato bambini quando necessario ed autorizzato dal personale dell’U.O., l’accompagnamento dei pazienti presso reparti interni per esami qualora chiesto e/o autorizzato dal personale dell’U.O.

Il conforto, la compagnia e attività ricreative e ludiche svolte sia all’interno dell’U.O. di Verona che domiciliare per portare sollievo morale e psicologico ai bambini ed alle loro famiglie; per lo svolgimento di questa attività i volontari hanno giocato con i bambini per distrarli dalla loro malattia, fornito giornali e giornalini, raccontato storie e organizzato animazioni che hanno permesso di sollevare per qualche momento i bambini dal pensiero della loro malattia. Per questa attività sono stati usati fondi di ANAVI Onlus per rendere la vita degli Ospiti della Pediatria più sopportabile cercando di umanizzare sia la malattia che le cure e rendere l’ambiente ospedaliero più gradevole e simile a quelloscolastico o familiare.

Questa attività di supporto in favore dei pazienti, è resa anche al fine di rendere più agevole il rapporto con la struttura.

Per potenziare questo nostro obiettivo è stata stipulata apposita Convenzione con l’Azienda Ospedaliera Integrata Universitaria di Verona per lo svolgimento di attività di assistenza volontaria e gratuita in favore dei pazienti ricoverati presso le UU.OO. di Chirurgia Pediatrica, Neuropsichiatria Infantile e Pediatria dell’Ospedale di Borgo Roma, e dei loro familiari.

Per realizzare tale attività l’Associazione A.NA.VI. Onlus si avvale della collaborazione di volontari che, in numero di 14.

In particolare, tali volontarie, svolgono attività di sostegno morale e sociale, di compagnia e conforto, ricreative e ludiche, di supporto in favore dei pazienti, anche nelle cure igieniche elementari, e di approvvigionamento di generi vari (ad eccezione delle bevande e del cibo se non previa autorizzazione delle U.O. interessate).

Inoltre, per migliorare le conoscenze mediche e l’aggiornamento del personale medico e paramedico, sono state finanziate borse di studio, pubblicazioni, seminari e congressi. Sono inoltre stati acquistati sempre con i fondi di ANAVI Onlus strumentazione e materiali specialistici per aiutare a migliorare le terapie.

In particolare: 

  • Maggio – Giugno – Luglio ‘95: gruppi di incontro tra A.NA.VI. e i genitori di bambini ricoverati, con lo scopo di individuare le principali esigenze e problematiche del reparto di Patologia e Terapia Intensiva Neonatale;
  • Realizzazione di tre serie di incontri settimanali (autunno ’95, primavera ‘96 e inverno ’97) tra genitori, personale medico e paramedico specializzato su tematiche proposte dai genitori stessi;
  • 1997: organizzazione di un convegno internazionale presso l’auditorium Glaxo Wellcome, in collaborazione con il centro di Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale della Clinica Pediatrica dell’Università di Verona e con la Società Italiana di Pediatria – sezione Veneto, sul tema “l’accoglimento e la presa in carico dei genitori in un centro di Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale” ; Acquisto di un saturimetro, un monitor apnea ed un aspiratore elettrico messi a disposizione dei genitori per la cura domiciliare dei loro piccoli
  • 1998:acquisto e donazione all’U.O. di Patologia e Terapia Intensiva Neonatale del Policlinico G.B. Rossi di Verona, di una sofisticata apparecchiatura (del costo di circa 37.000.000 di lire e della quale il Policlinico era sprovvisto) per la cura di gravi patologie respiratorie nei neonati (NOXIDE – dosatore di ossido nitrico);
  • dal 2001 al 2008: donazione al Dipartimento Materno Infantile delle somme necessarie per un assegno annuale da corrispondere ad uno psicologo per la ricerca finalizzata alla valutazione del tasso di handicap ed allo studio dello sviluppo psicomotorio dei neonati prematuri ed il supporto psicologico alle donne con gravidanza a rischio ed alle mamme dei bambini più gravi ricoverati nell’U. O. di Patologia e Terapia Intensiva Neonatale;
  • Maggio 2002: acquisto e donazione al servizio di Oftalmologia Pediatrica del Policlinico G.B. Rossi di Verona, del sistema digitale grandangolare Retcam 120, del valore di 123.891,38 Euro, grazie al contributo economico dell’Associazione SSI For Children ONLUS, necessario per la diagnosi precoce della retinopatia;
  • Ottobre 2009: Acquisto e donazione di 22 tvcolor LCD installati nelle stanze del reparto di pediatria del Policlinico G.B. Rossi di Verona con l’aiuto dell’Associazione Progetto Sorriso Onlus di Nogara (VR);
  • Gennaio 2010: donazione di un contributo di € 12.000,00 all’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona per il conferimento di un contratto libero professionale di 6 mesi per un pediatra con competenze in GASTROENTEROLOGIA, selezione già bandita con provvedimento prot. n. 3219 del 25.01.2010;
  • Febbraio 2010: acquisto e donazione di 3 armadi per il cambio dei medici specializzandi e acquisto e donazione di 1 spirometro alla Clinica Pediatrica del Policlinico G.B. Rossi di Verona;
  • Aprile 2010: acquisto e donazione all’U.O. di Patologia e Terapia Intensiva Neonatale del Policlinico G.B. Rossi di Verona di strumentazione per la diagnosi precoce della sordità dei bambini prematuri, con l’aiuto dell’Associazione Progetto Sorriso Onlus di Nogara (VR)
  • Maggio 2010: acquisto e donazione all’U.O. di Patologia e Terapia Intensiva Neonatale di 1 rianimatore neonatale pneumatico NEOPUFF per la ventilazione dei neonati, al posto di usare AMBU manuale, e di un Transilluminatore Neonatale tascabile della Venoscope, che permette la facile individuazione dei vasi sanguigni del neonato, con l’aiuto dell’Associazione Progetto Sorriso Onlus di Nogara (VR).
  • Novembre  2010: acquisto e donazione all’U.O. di Patologia e Terapia Intensiva Neonatale di 1 monitor VS 800 VITAL SIGNS, completo di un tubo più bracciale NIBP adulto, n.1 bracciale NIBP infante, sonda SP02 adulto/ped, cavo estensione SP02, monitor DINAMAP PROCARE300, completo di tubi, sensore e bracciale.
  • Marzo 2011:  donazione di un contributo di euro 24.000,00 all’Azienda Ospedaliera Integrata di Verona per il conferimento di un contributo libero professionale di 12 mesi per un pediatra con competenze di NEFROLOGIA, selezione già bandita con provvedimento prot. N. 11224 del 10.03.2011.
  • Aprile 2011: acquisto e donazione di euro 6.000,00 all’U.O di Patologia e Terapia Intensiva Neonatale di una lampada per Fototerapia a Led Blue Neo Blue cozy versione lettino completa di materassino e copertine.
  • Giugno 2011: acquisto e donazione di euro 600,00 all’U.O di Patologia e Terapia Intensiva Neonatale di ECG completo di n.2 Monitor, n.2 Rolling Stand For Mec 1200 e ulteriori accessori.
  • Agosto 2011:  acquisto e donazione all’U.O di Patologia e Terapia Intensiva Neonatale-Chirurgia Pediatrica di attrezzatura varia operatoria.
  • Settembre  2011:  acquisto e donazione all’U.O di Patologia e Terapia Neonatale di n.2 pompe a siringa ALARIS CCPLUS. Acquisto di n.1 SATURIMETRO CAPNOGRAFO N85-1 completo di sistema CAMP.CO2 PED.10-20KG.
  • Aprile 2012: donazione di un contributo di euro 24.000,00 all’Azienda Ospedaliera Integrata di Verona per il rinnovo di  12 mesi per il pediatra con competenze di NEFROLOGIA, selezione già bandita con provvedimento prot. N. 11224 del 10.03.2011.
  • Aprile 2012: acquisto e donazione di euro 11.000,11 all’U.O di Patologia e Terapia Intensiva Neonatale di n.1 sistema per IPOTERMIA NEONATALE, completo di coperta termica, tubazione termica isolata.
  • Settembre 2012: acquisto e donazione di 12.500,00 euro all’U.O di Anestesia e .Rianimazione di una console di comando LOGIQ, completa di sonda convex e sonda lineare, stampante e carrello, per l’attività diagnostica in favore dei bambini. Acquisto di un Microscopio di euro 4.416,50 ZEISS PRIMO STAR con sistema di illuminazione secondo KOEHLER regolabile ed oculari 10x/20 MM, dotato di dispositivo trinoculare 1xpasso “c” e kit contrasto di fase( obbiettivo PH3+SLITTA), completo di obiettivo plana cromatico 100x/1,25 oil per l’osservazione in campo chiaro, n.2 lampade alogene 6V-30W di ricambio, n.1 kit video-fotografico digitale MAF, corpo macchina micro 4/3.
  • Novembre 2012 : acquisto e donazione all’U.O di Patologia e Terapia Intensiva Neonatale di a una pompa a siringa ALARIS CC PLUS.
  • Febbraio 2013 : stanziamento di un contributo di euro 20.000,00/annuo per conferimento incarico professionale di psicologa (durata triennale), per sostegno a bambini portatori di handicap neurologici o psicologici e alle loro famiglie, progetto che ha ottenuto il finanziamento della Fondazione Cariverona mediante il contributo di euro 25.000,00.
  • Marzo 2013: rimborso spese per stage Detroit di euro 3.500,00 per Dottoressa che realizza percorsi visivi riabilitativi personalizzati per ipovedenti, in particolar modo in ambito pediatrico e in piccoli pazienti affetti dagli esiti della retinopatia del prematuro.
  • Agosto 2013: acquisto e donazione all’U.O di Patologia e Terapia Intensiva Neonatale di un PLUSSOSSIMETRO RISONANZAMAGNETICAcon sensore fibre ottiche ped/neo. Acquisto di un DOPPLER HADECO BIDOP ES100V3 completo di sonda.

L’attività dell’Associazione ha per oggetto esclusivamente il perseguimento di finalità di solidarietà sociale. L’Associazione svolge tali attività ausiliarie al proprio scopo istituzionale prevalente, come l’organizzazione di concerti, eventi, spettacoli, conferenze, manifestazioni sportive, teatrali, musicali, cene, viaggi, al fine di raccogliere i fondi necessari all’espletamento della propria attività istituzionale.

  • Dicembre 2013: acquisto di Stetoscopio per Risonanza Magnetica. Acquisto Carrello per Procare.
  • Febbraio 2014: assegno di 8.000,00 euro per il reparto della Unità Operativa Complessa di Medicina Nucleare, diretta dal Prof. Marco Ferdeghini per una borsa di studio relative al progetto di potenziamento dell’attività diagnostica medico nucleare.
  • Aprile 2014: assegno di ricerca Dott.ssa Gaia Martini, di euro 8.000,00 per l’Incidenza della retinopatia del prematuro e risultati funzionali visivi in bambini nati prematuri ELBW (exstremely low birth weight) in una singola unità di terapia intensiva neonatale.
  • Aprile 2014: acquisto di pompa infusione modello alaris in collaborazione  con Progetto Sorriso di euro 3.465,60.
  • Maggio 2014: acquisto e donazione di Monitor Paziente multiparametrico preconfigurato con schermo TFT a colori da 8,4” e visualizzazione a 4 tracce di euro 3.000,00
  • Ottobre 2014: acquisto stampante termica per la Clinica Pediatrica del Policlinico di Verona.
  • Dicembre 2014: donazione di un contributo di € 1.258,65 euro all’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona per la degenza, finalizzata ad attività diagnostica e cura, di una bambina del Camerun, per la quale è in corso pratica di adozione.
  • Marzo 2015: stanziamento di un contributo di euro 8.000,00 all’Unità Operativa Complessa di Chirurgia Pediatrica per la realizzazione di un progetto di ricerca su “La ricostruzione chirurgica nella patologia mal formativa complessa dell’apparato genitale maschile”.
  • Marzo 2015: acquisto e donazione di Pulsossimetro per poter espletare indagini di risonanza magnetica in condizioni di sedazione a neonati e piccoli pazienti pediatrici non collaboranti, del costo di euro 4.019,90.
  • Marzo 2015: acquisto e donazione di Kangoofix Ready to Go, Neo-Mate Immobilizzatore Neonatale di euro 779,90 per Croce Verde Verona.
  • Aprile 2015: acquisto Saturimetro Nonin 7500FO, Sensore a Fibre Ottiche INF/PED., FASCETTA P/SENSOREF.O.P/PIEDE di euro 3.215,92.
  • Giugno 2015: borsa di studio e ricerca infermieristica per la Chirurgia Pediatrica di € 10.416,00 (al lordo delle ritenute di legge) della durata di sei mesi da assegnare a personale infermieristico selezionato mediante concorso aziendale, che ha come oggetto “La rilevazione del dolore nel paziente pediatrico
  • Settembre 2015:acquisto e donazioneall’U. O. di Pediatria del Policlinico di B.go RomadiSPIROMETRO NSpire modello KoKo Legend II, del costo di euro 3.538,00.
  • Marzo 2016: rinnovo della borsa di studio e ricerca infermieristica per la Chirurgia Pediatrica di € 10.416,00 (al lordo delle ritenute di legge), della durata di sei mesi, già assegnata alla  sig.ra Giulia Marcolini, infermiera professionale, mediante bando aziendale, che ha come oggetto “La valutazione del dolore nel paziente pediatrico: confronto fra scale di determinazione e comparazione dei risultati dei diversi trattamenti farmacologici”
  • Luglio 2016: acquisto e donazione dimacchinario per emofiltrazione denominato CARPEDIEM per il valore di € 35.000,00 + IVA.
  • Luglio 2016: acquisto e donazione apparecchiatura denominata SMI Remote Systems destinata al reparto di Neuropsichiatria Infantile, necessaria per il progetto di EYE – TRACKING nel follow up dei bambini prematuri a rischio di sviluppare disturbi dello spettro autistico, finalizzato alla diagnosi precoce della sindrome dell’autismo, del costo complessivo di € 17.445,00 oltre IVA.
  • OTTOBRE 2017: rinnovo della borsa di studio e ricerca infermieristica per la Chirurgia Pediatrica di € 10.416,00 (al lordo delle ritenute di legge), della durata di sei mesi, già assegnata alla  sig.ra Giulia Marcolini, infermiera professionale, mediante bando aziendale, che ha come oggetto “La valutazione del dolore nel paziente pediatrico: confronto fra scale di determinazione e comparazione dei risultati dei diversi trattamenti farmacologici”.
  • DICEMBRE 2017: acquisto e donazione all’Unità Operativa di Pediatria dell’Azienda Ospedaliera Integrata di Verona di una Pompa Siringa Alaris mod. GH PLUS GUARDDRAAIL del costo di € 450,00 oltre IVA.