Le attività svolte dai volontari, prestate sia all’interno dell’U.O. che in assistenza domiciliare, sono:

Attività di supporto morale e sociale ai pazienti ed ai parenti sia in fase di diagnosi che nel periodo di cura di qualsiasi stato patologico; per descrivere lo svolgimento di queste attività si può pensare ad esempio al supporto delle cure igieniche elementari, come lavare e cambiare i bambini, pettinare, dare conforto e speranza alle mamme in apprensione, alimentato bambini quando necessario ed autorizzato dal personale dell’U.O., l’accompagnamento dei pazienti presso reparti interni per esami qualora chiesto e/o autorizzato dal personale dell’U.O.

Il conforto, la compagnia e attività ricreative e ludiche svolte sia all’interno dell’U.O. di Verona che domiciliare per portare sollievo morale e psicologico ai bambini ed alle loro famiglie; per lo svolgimento di questa attività i volontari hanno giocato con i bambini per distrarli dalla loro malattia, fornito giornali e giornalini, raccontato storie e organizzato animazioni che hanno permesso di sollevare per qualche momento i bambini dal pensiero della loro malattia. Per questa attività sono stati usati fondi di ANAVI Onlus per rendere la vita degli Ospiti della Pediatria più sopportabile cercando di umanizzare sia la malattia che le cure e rendere l’ambiente ospedaliero più gradevole e simile a quello scolastico o familiare.

Fornire e trasmettere informazioni, nel rispetto della privacy, sui centri di assistenza e sulle procedure previste dal Sistema Sanitario Nazionale mantenendo rapporti di collaborazione con associazioni mediche e associazioni di genitori ai famigliari dei bambini ricoverati, ai genitori di concepiti con patologie prenatali, ma anche a chi ne faccia richiesta.

Fornire assistenza sociale e domiciliare agli ammalati ed alle loro famiglie attraverso servizi di supporto psicologico per l’accettazione della patologia; aiutiamo le famiglie anche con il trasporto quando necessario degli assistiti nelle strutture destinate per esami o controlli e, con il supporto psicologico, lavoriamo per favorire l'inserimento o il reinserimento nella vita quotidiana;

Indire iniziative e manifestazioni che mirano ad un’attenta opera di sensibilizzazione sociale sulle esigenze del paziente pediatrico e verso le famiglie che vivono tale esperienza.

Questa attività di supporto in favore dei pazienti, è resa anche al fine di rendere più agevole il rapporto con la struttura ed anche per divulgare le varie iniziative connesse con le prestazioni effettuate. A tal fine, per migliorare le conoscenze mediche e l’aggiornamento del personale medico e paramedico, sono state finanziate borse di studio, pubblicazioni, seminari e congressi. Sono inoltre stati acquistati sempre con i fondi di ANAVI Onlus strumentazione e materiali specialistici per aiutare a migliorare le terapie.

Queste le principali iniziative promosse ed attuate grazie all’aiuto ed alla volontà di coloro che hanno aderito a questi progetti:

· Maggio - Giugno - Luglio ‘95: gruppi di incontro tra A.NA.VI. e i genitori di bambini ricoverati, con lo scopo di individuare le principali esigenze e problematiche del reparto di Patologia e Terapia Intensiva Neonatale;

· Realizzazione di tre serie di incontri settimanali (autunno ’95, primavera ‘96 e inverno ’97) tra genitori, personale medico e paramedico specializzato su tematiche proposte dai genitori stessi;

· Marzo ‘96: Acquisto e donazione al reparto di Patologia e Terapia Intensiva Neonatale del Policlinico G.B. Rossi di Verona di 10 copritermoculla.

· Creazione di uno spot televisivo per una campagna di informazione e sensibilizzazione dell’opinione pubblica (lo spot è diffuso da emittenti locali);

· Creazione di uno spot radiofonico per gli stessi scopi sopra esposti;

· 27/10/96: collaborazione con A.B.E.O. e Don Mazzi nell’organizzazione del concerto di musica anni ‘70 “Il sole è di tutti” presso il palazzetto dello sport di Verona;

· 13/12/96: organizzazione del concerto corale “S. Lucia anche per loro” nella chiesa di S. Bernardino a Verona;

· Inverno ‘96-’97 e ‘97-’98: beneficiaria degli incassi di tutte le partite giocate a Verona dalla Master Verona, nell’ambito del torneo “Master” nazionale di calcio a 5 (donati quasi 17.000.000 di lire in due stagioni);

· 12/04/97: organizzazione di un convegno internazionale presso l’auditorium Glaxo Wellcome, in collaborazione con il centro di Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale della Clinica Pediatrica dell’Università di Verona e con la Società Italiana di Pediatria - sezione Veneto, sul tema “l’accoglimento e la presa in carico dei genitori in un centro di Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale”;

· Acquisto di un saturimetro, un monitor apnea ed un aspiratore elettrico messi a disposizione dei genitori per la cura domiciliare dei loro piccoli;

· Acquisto e donazione di 30 micro ciucciotti appositamente creati per neonati particolarmente minuti e messi a disposizione dei piccoli del Reparto di Patologia e terapia intensiva Neonatale del Policlinico G.B. Rossi di Verona;

· Primavera ’98: in collaborazione con RADIO VERONA, organizzazione di una serie di incontri radiofonici, a cadenza mensile, sulle problematiche legate alla nascita prematura o patologica con la partecipazione di personale medico e paramedico specializzato;

· Ottobre ’98: acquisto e donazione al Reparto di Patologia e terapia intensiva Neonatale del Policlinico G.B. Rossi di Verona, di una sofisticata apparecchiatura (del costo di circa 37.000.000 di lire e della quale il Policlinico era sprovvisto) per la cura di gravi patologie respiratorie nei neonati.

· Maggio 2001: beneficiaria dell' incasso del concerto "Summertime Gospel" svoltosi al Teatro nuovo di Verona e organizzato dal Lions Club Verona Re Teodorico.

· Dicembre 2001: beneficiaria dell' incasso della marcia  "Camminacustoza" svoltosi il 26/12/01 fra le colline di Custoza e organizzato dall' Unione Marciatori Veronesi.

· Maggio 2002: partecipazione della manifestazione "Una domenica a Corte Molon" e beneficiaria del ricavato del parcheggio gestito da membri A.NA.VI. ;

· Maggio 2002: acquisto e donazione al Reparto di Patologia e terapia intensiva Neonatale del Policlinico G.B. Rossi di Verona, del sistema digitale grandangolare Retcam 120 del valore di 123.891,38 Euro grazie al contributo economico dell'Associazione SSI for children ONLUS. Anavi ha organizzato il 16/05/2002 un torneo quadrangolare di calcio a 5 al quale hanno partecipato le squadre: Hellas Verona FC - AC Chievo Verona - Green Life - SSI for children ONLUS e in questa occasione ha donato il Retcam 120, inoltre ha beneficiato del ricavato del torneo per l'acquisto di nuovi macchinari;

. Dal 2001 al 2008: Donazione di un assegno di ricerca corrisposto ad uno psicologo che si è dedicato alla ricerca finalizzata alla valutazione del tasso di handicap ed allo studio dello sviluppo psicomotorio dei neonati prematuri ricoverati;

· Ottobre 2009: Acquisto e donazione di 22 tvcolor LCD installati nelle stanze del reparto di pediatria del Policlinico G.B. Rossi di Verona con l'aiuto dell'Associazione Progetto Sorriso Onlus di Nogara (VR);

· Novembre 2009: beneficiaria dell' incasso del concerto "Gospel per Vivere" svoltosi c/o la Parrocchia di Croce Bianca (VR) con il coro Gigi's Friends Ensamble e il Maestro Luigi Soffiati;

· Dicembre 2009: beneficiaria dell' incasso del concerto "Buon Natale e tanta Harmonie" svoltosi c/o la chiesa dei Padri Filippini (VR) con l'orchestra di fiati Harmonie diretta da Renato Perrotta, Organizzato dal Lions Club S.Vigilio Garda orientale con la collaborazione del Comitato Rionale Filippini;

· Gennaio 2010: Donazione di un contributo di 12.000,00 € all'Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona per il conferimento di un contratto libero professionale di 6 mesi per un pediatra con competenze in gastroenterologia, selezione già bandita con provvedimento prot. n. 3219 del 25.01.2010;

· Febbraio 2010: Acquisto e donazione di 3 armadi per i medici specializzandi del reparto Pediatria del Policlinico G.B. Rossi di Verona ;

  Acquisto e donazione di 1 spirometro;

. Aprile 2010: acquisto e donazione all’U.O. di Patologia e Terapia Intensiva Neonatale del Policlinico G.B. Rossi di Verona di strumentazione per la diagnosi precoce della sordità dei bambini prematuri, con l'aiuto dell'Associazione Progetto Sorriso Onlus di Nogara (VR)

· 30 Aprile 2010: Organizzazione in collaborazione con il Ladies Circles di Verona, di una Cena di Gala per raccolta fondi a Villa Arvedi - Grezzana (VR) e dopo la cena sono stati raccolti ulteriori fondi con una pesca di beneficenza; i premi in palio sono stati offerti da alcuni negozi di Verona e provincia Vedi articoli su L'Arena del 26/04/2010 e L'Arena del 03/05/2010

. Maggio 2010: acquisto e donazione all’U.O. di Patologia e Terapia Intensiva Neonatale di 1 rianimatore neonatale pneumatico NEOPUFF per la ventilazione dei neonati, al posto di usare AMBU manuale, e di 1 Transilluminatore Neonatale tascabile della Venoscope, che permette la facile individuazione dei vasi sanguigni del neonato, con l'aiuto dell'Associazione Progetto Sorriso Onlus di Nogara (VR).

. Novembre 2010: acquisto e donazione all’U.O. di Patologia e Terapia Intensiva Neonatale di un Monitor Mindray mod. VS800 VITAL SIGNS, per la misurazione della NIBPe della pulsossimetria SP02, con stampante completo di un tubo più bracciale NIBP adulto, n.1 bracciale NIBP infante, sonda SP02 adulto/ped, cavo estensione SP02, e di un Monitor Dinamap Procare 300, per la misurazione della pressione arteriosa, con stampante e completo di tubi, sensore e bracciale.

. Marzo  2011:  donazione di un contributo di euro 24.000,00 all’Azienda Ospedaliera Integrata di Verona per il conferimento di un contributo libero professionale di 12 mesi per un pediatra con competenze di NEFROLOGIA, selezione già bandita con provvedimento prot. N. 11224 del 10.03.2011.

. Aprile 2011:  acquisto e donazione all’U.O di Patologia e Terapia Intensiva Neonatale di una lampada per Fototerapia a Led Blue Neo Blue cozy versione lettino completa di materassino e copertine.

. Giugno 2011:  acquisto e donazione all’U.O di Patologia e Terapia Intensiva Neonatale di ECG completo di n.2 Monitor, n.2 Rolling Stand For Mec 1200 e ulteriori accessori.

. Agosto  2011:  acquisto e donazione all’U.O di Patologia e Terapia Intensiva Neonatale-Chirurgia Pediatrica di attrezzatura varia operatoria.

. Settembre  2011:  acquisto e donazione all’U.O di Patologia e Terapia Neonatale di n.2 pompe a siringa ALARIS CCPLUS.

Acquisto di n.1 SATURIMETRO CAPNOGRAFO N85-1 completo di sistema CAMP.CO2 PED.10-20KG.

. Aprile 2012:  donazione di un contributo di euro 24.000,00 all’Azienda Ospedaliera Integrata di Verona per il rinnovo di  12 mesi per il pediatra con competenze di NEFROLOGIA, selezione già bandita con provvedimento prot. N. 11224 del 10.03.2011.

. Aprile 2012: acquisto e donazione all’U.O di Patologia e Terapia Intensiva Neonatale di n.1 sistema per IPOTERMIA NEONATALE, completo di coperta termica, tubazione termica isolata.

. Settembre 2012: acquisto e donazione all’U.O di Anestesia e Rianimazione di una console di comando LOGIQ, completa di sonda convex e sonda lineare, stampante e carrello, per l’attività diagnostica in favore dei bambini.

Acquisto di un Microscopio ZEISS PRIMO STAR con sistema di illuminazione secondo KOEHLER regolabile ed oculari 10x/20 MM, dotato di dispositivo trinoculare 1xpasso “c” e kit contrasto di fase( obbiettivo PH3+SLITTA), completo di obiettivo plana cromatico 100x/1,25 oil per l’osservazione in campo chiaro, n.2 lampade alogene 6V-30W di ricambio, n.1 kit video-fotografico digitale MAF, corpo macchina micro 4/3.

. Novembre 2012 : acquisto e donazione all’U.O di Patologia e Terapia Intensiva Neonatale di a una pompa a siringa ALARIS CC PLUS.

. Febbraio 2013 : stanziamento di un contributo di euro 20.000,00/annuo per conferimento incarico professionale di psicologa (durata triennale), per sostegno a bambini portatori di handicap neurologici o psicologici e alle loro famiglie, progetto che ha ottenuto il supporto della Fondazione Cariverona mediante un contributo di € 25.000,00.

. Marzo  2013  : rimborso spese per stage Detroit di euro 3.500,00 per Dottoressa che realizza percorsi visivi riabilitativi personalizzati per ipovedenti, in particolar modo in ambito pediatrico e in piccoli pazienti affetti dagli esiti della retinopatia del prematuro.

. Agosto 2013: acquisto e donazione all’U.O di Patologia e Terapia Intensiva Neonatale di un PLUSSOSSIMETRO RISONANZA MAGNETICA con sensore fibre ottiche ped/neo.

Acquisto di un DOPPLER HADECO BIDOP ES100V3 completo di sonda.   

L'attività dell'Associazione ha per oggetto esclusivamente il perseguimento di finalità di solidarietà sociale. L'Associazione svolge tali attività ausiliarie al proprio scopo istituzionale prevalente, come l’organizzazione di concerti, eventi, spettacoli, conferenze, manifestazioni sportive, teatrali, musicali, cene, viaggi, al fine di raccogliere i fondi necessari all'espletamento della propria attività istituzionale.

 

 

 INIZIATIVE IN FASE DI REALIZZAZIONE

ULTERIORI PROGETTI PER L'ANNO 2013

Donazione all’U.O. di Patologia e Terapia Intensiva Neonatale di:

. FONENDOSCOPIO in Titanio destinato al reparto di risonanza magnetica per svolgere anestesie pediatriche in forma non invasiva che verrà acquistato negli Stati Uniti.

. Acquisto di reagenti per la ricerca e lo studio delle cellule staminali per la Chirurgia Pediatrica in collaborazione con la Chirurgia Genetica, legato alla cura delle malattie pancreatiche.

. Conferimento incarico professionale per un Chirurgo Pediatrico.

. Stanziamento di euro 8.000,00 all’ U.O.C. di Medicina Nucleare per assegno di ricerca e/o borsa di studio per giovane laureato in Tecniche di Radiologia Medica, per Immagini e Radioterapia da affiancare allo staff Medico Nucleare Pediatrico.

 

 

Molte altre sono le iniziative in corso di elaborazione ma per la loro realizzazione é necessario, come spesso accade, un intervento finanziario.
Ma partecipare, farsi coinvolgere, essere solidali è oggigiorno molto difficile sia per le ormai numerosissime proposte provenienti dal mondo del volontariato e forse, ancor più, perché “i mondi” che ci vengono proposti spesso non ci appartengono, sono fuori e lontani da noi.
Per questo, a maggior ragione, dobbiamo essere grati a coloro che si dimostrano sensibili nei confronti dell’A.NA.VI..
Ma solo l’informazione sugli argomenti che trattano la prematurità e le patologie ad essa collegate, la diffusione di una concezione diversa di “bambino prematuro”, la sensibilizzazione dell’opinione pubblica su quanto si possa fare in favore di questi piccolissimi, ci permetteranno di progredire lungo il cammino che abbiamo intrapreso.

 

Copyright © Lucasweb 2003 - 2013